Il castello di Caerphilly

 Il castello di Caerphilly

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 La torre che pende

Sono in un periodo che mi sto proprio “viaggettando sotto”, partirei subito se potessi, quindi rivivo un brevemente alcuni dei miei viaggi scrivendo i miei articoli, e mi sono decisa a scrivervi di uno dei castelli che mi ha più colpito in Galles … Il castello di Caerphilly.

In Galles a 11 km a nord di Cardiff si trova la piccola cittadina industriale chiamata Caerphilly. Nel centro della cittadina si trova l’imponente fortezza medioevale costruita, tra il 1268 e il 1271, dal conte Gilbert Clare per difendere il dominio inglese contro il principe di Galles.Il castello di Caerphilly (1)

Restaurata in modo eccellente, la fortezza presenta il più sofisticato sistema difensivo mai realizzato nei forti inglesi. Il grandioso complesso, più volte ampliato, conserva due ponti levatoi e le torri d’angolo, possenti mura, torri circolari e fossati.

La storiaIl castello di Caerphilly (12)

Il castello fu completato in un tempo molto breve, fra il 1268 e il 1271, a questo è dovuta la sua omogeneità architettonica.

La cosa rilevante è che non fu costruito da un Re ma da un’importante Conte della Marca Inglese, Gilbert de Clare detto Gilbert “il rosso”.

Il suo scopo era rendere sicura l’area e impedire che la pianura a sud del Galles cadesse nelle mani del leader gallese Llywelyn, che controllava la maggior parte del nord del Galles.  Ci furono degli attacchi dei gallesi fra il 1294 e 1316. Caerphilly è stato coinvolto nella guerra civile tra Edoardo II e della regina Isabella.

Isabella, intenta a distruggere il potere del marito, assediò il castello dal dicembre 1326 al marzo del 1327, mettendo in fuga Edoardo II e impiccando i suoi seguaci. In seguito il castello perse prestigio e cadde in rovina. Il castello non fu più utilizzato per lungo tempo.

Oramai semi-abbandonato, a metà del XIV secolo fu permesso a Thomas Lewis of The Van, addirittura di asportare pezzi di pietra dalla fortezza per costruire le sue abitazioni private nei dintorni, in questo modo fu accelerata la sua rovina.

Fortunatamente dopo decenni, grazie alle ricchezze dei marchesi Bute, il castello fu restaurato e gli fu così restituito l’antico splendore. Oggi Caerphilly è di proprietà del CADW, un ente che in Galles si occupa della conservazione dei beni culturali e storici.

Il castelloIl castello di Caerphilly (17)

Il castello di Caerphilly è uno dei grandi castelli medievali dell’Europa occidentale e il più grande in Gran Bretagna dopo Windsor. E’ il primo che utilizzò l’acqua per la difesa.

I laghi intorno al castello formato una barriera quasi insuperabile per gli aggressori, questo nel XIII secolo fu considerato rivoluzionario nell’ambito della strategia militare. L’enorme impatto delle torri del castello è amplificato dal riflesso nelle acque scure che circondano la fortezza, originate dal fiume Nant y Gledyr che qui formava un lago naturale poi ampliato fino a circondare le tre isole artificiali sulle quali sorge la fortezza. Il castello di Caerphilly (21)

Una delle principali caratteristiche del castello è la sua austerità, la mancanza di finestre e di decorazioni che ne amplificano il fascino autentico e massiccio.

Caerphilly è inoltre il più antico esempio di fortificazione, la pianta è quella tipica delle roccaforti medievali per lo sviluppo regolare e concentrico delle cortine murarie di difesa. Il cortile interno è la parte più imponente del castello.

La torre di nord-ovest è intera, poco rimane invece della torre di nord-est e quella a sud-est è in parte crollata.  Sulla destra del cortile c’è l’ingresso originario, in questo punto vi è l’accesso alle scale che portano fino al del tetto della torre integra e da cui si gode una vista panoramica.Il castello di Caerphilly (19)

Entrando dalla porta principale ed oltrepassando il fossato ci si troverà nel primo degli ambienti completamente visitabile, la Outer East Gatehouse.

Qui è possibile curiosare in ogni angolo e anfratto, intravedendo tante piccole cose, come varie decorazioni, i camini e le stanze di lusso per gli ospiti.

Nella Great Hall, invece, si svolgevano le funzioni di rappresentanza e si possono ammirare svariati stemmi. Tutte le varie ali erano collegate fra loro da cunicoli e corridoi, si poteva giungere agevolmente in ogni punto del castello rendendolo effettivamente inespugnabile. Il castello di Caerphilly (14)

All’interno del castello esistono ancora alcuni elementi originali, come i meccanismi del ponte levatoio.

Una particolarità di Caerphilly che mi ha colpito è la bellissima Leaning Tower, la cui peculiarità è di essere più inclinata della Torre di Pisa, fu parzialmente abbattuta dalle truppe inglesi durante gli anni della Guerra Civile XVII secolo. E’ un mistero come resti ancora in piedi.

Non potrete non avvicinarvi e notare quanto sia incredibile lo squarcio! E non potrete resistere a scattare la classica, stupida foto, dove sembra che la stiate sostenendo voi la torre!

La mia visitaIl castello di Caerphilly (22)

Come avrete già capito, io e mio marito siamo appassionati di castelli, specialmente quelli medioevali o rinascimentali e credo che il fascino di un castello diroccato sia ineguagliabile. Mi è capitato di vedere castelli stupendi arredati o restaurati con mobili moderni o orrende moquette. Fortunatamente, in questo caso, il restauro è stato fatto benissimo, adeguandosi a mostrare la storia e la vita che si svolgeva in una corte del genere.

Si possono vedere in mostra anche ricostruzioni di macchine d’assedio. Il castello mi è piaciuto tanto, dalle mura esterne al lago che lo circonda, al suggestivo e incantevole parco pieno di cigni e anatre.

Mi ha particolarmente colpita la torre “pendente” di cui vi ho già parlato, insomma se vi piacciono i castelli questo ve lo consiglio vivamente. Si può forse parlare di un castello senza menzionare il fantasma che lo infesta? Certo che no!

La Dama Verde è il fantasma di una donna, si dice uccisa per amore, con abito appunto verde, con la testa enorme e occhi rigonfi che si aggira per le torri e per le stanze.

Estate 2006 26
i cigni son dappertutto!

Sarà vero? Non si sa, la leggenda è piena di fascino e attrae molti turisti e ghost hunters ansiosi di poterla incontrare. Io, curiosa come al solito, prima di partire, mi informo sulle varie leggende e storie di fantasmi del luogo, dovesse mai capitare che girando per castelli ne incontrassi unoIl castello di Caerphilly (11)

Il posto è ben organizzato c’è un ampio parcheggio a pagamento poco distante dall’ingresso, dove lasciare tranquillamente la vostra autovettura. C’è da girare tanto tuttavia ne vale sicuramente la pena.

TerePark - Copia (2)

ciao alla prossima! da Teresa

2 pensieri su “Il castello di Caerphilly

  1. Adoro castelli e antichi borghi e mi piacerebbe trovare il tempo e modo di visitarne, in lista ne ho parecchi. Meraviglioso questo di Caerphilly, è veramente imponente e fiero. Incredibile l’inclinazione della torre, fa impressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*