pizza di scarole napoletana

pizza di scarole napoletana

IMG_3116

La mia ricetta

La pizza di scarole napoletana,  è uno dei piatti presenti sulle tavole napoletane  alla vigilia di Natale, giorno in cui si mangiava “leggero” per prepararsi al banchetto del giorno successivo.
Oggi viene preparata in moltissime occasioni, per noi è una cena o un pranzo ideale, la ricetta tradizionale porta una manciata di uvetta e pinoli io onestamente non le metto, però se vorrete fare la ricetta tradizionale potete provare, ci sono molte varianti a questa ricetta fondamentalmente si usa prepararla con un impasto per pizza o pane, tuttavia è buonissima fatta anche utilizzando la pasta sfoglia oppure la pasta brisè, qui vi potete scatenare e provare quale vi piace di più… pasticciate … pasticciate che è divertente!

Anche qui vale il fatto che potete dimezzare le porzioni per preparare una pizza più piccola… ma tanto non avanza mai e il giorno dopo è ancora più buona. Nella pizza io sbollento le scarole per strizzarle e farle asciugare per non bagnare l’impasto se vorrete prepararle solo le scarole come contorno (ve le consiglio sono buonissime!) fatele saltare direttamente in padella a “crudo”

Ingredienti per una pizza da 24 cm

Per la pasta:

– 500 g farina;
– 10 g lievito di birra;
– 1 cucchiaino sale;
– 270g acqua;
– 1 cucchiaio di strutto (oppure di olio);

Per il ripieno:

– 3 cespi di scarola;
– Aglio;
– Olio;
– Peperoncino;
–  Capperi 50 g ;
–  Olive bianche e nere 100 g ;
– Uvetta e pinoli (facoltativi) ;
– Sale;

 

Tempo di preparazione e cottura: 1 h (più’ 2 ore di lievitazione)

Preparazione:
Preparare la pasta lavorando insieme tutti gli ingredienti.
Far lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio dell’impasto (un paio d’ore circa).

pizza 1

Intanto pulire e lavare la scarola.
Scottarla un attimo in acqua bollente oppure  salata (meglio ancora, stufarla in una pentola con la sola acqua di sgrondatura) e metterla a scolare in uno scolapasta, e poi strizzatela.

Soffriggere l’aglio , il peperoncino , le olive bianche e nere, i capperi nell’olio ed eliminare  l’aglio quando è dorato.
Versare una manciata di uvetta e di pinoli (facoltativo) e aggiungere la scarola.
Farla saltare in padella per alcuni minuti.
Eventualmente regolare di sale.

pizza scarole 2

Preriscaldare il forno a 180/190 gradi.
Sgonfiare l’impasto sulla spianatoia infarinata.
Ungere di strutto la teglia (oppure usate l’olio ).

pizza scarole 3

Dividere l’impasto in due parti, di cui una più grande dell’altra.
Stendere la porzione più grande fino a formare un disco che foderi fondo e bordi della teglia.
Versare la scarola.
Coprire con un secondo disco e fissare i bordi formando un cordoncino pizzicandolo con le dita.
Bucherellare la superficie con uno stecchino o una forchetta per far uscire il vapore durante la cottura e aggiungete un filino d’olio.

pizza scarole 4

Infornare e cuocere per circa 45 minuti a 200°.

Sformare subito e far raffreddare.
Servire fredda.

pizza scarole 5

…. e Buon appetito.

Teresa

TerePark

9 pensieri su “pizza di scarole napoletana

  1. Terish, la tua pizza napoletana di scarole ha un aspetto talmente appetitoso che mi hai messo una fame boiarda!! Faccio le scarole in padella proprio come le fai tu, solo non metto pinoli e uvetta ma qualche pezzetto di acciughe e gherigli di noce. Mai fatta la pizza usando le scarole, ma vai sicura che domani (sacro giorno di pizza in casa mia) mi ci metto.

  2. Ho sempre desiderato preparare la pizza di scarole, ma nel web non ho mai trovato un post ricetta dettagliato come il tuo, mi sono segnata tutto, e domenica credo proprio che mi metterò all’opera!

  3. Per fortuna è quasi ora di cena, ma non riuscirò a dimenticare il profumo immaginato alla vista della tua pizza. Dovrò rimediare al più presto seguendo la tua preziosa ricetta.

  4. La pizza di scarola, o crostata di scarola in base a come si confeziona la copertura, si prepara anche dalle mie parti, ma gli ingredienti sono cipolla, peperoncino e salsiccia sbriciolata. La ricetta napoletana con capperi e olive mi incuriosisce, proverò a replicarla.

  5. Un tuffo nel passato con questa ricetta che mi porta indietro nel tempo quando la mia mamma la preparava, sai cosa ti dico che adesso la faccio anche io perche’ e’ una vera delizia. Brava

  6. l’ho mangiata solo una volta la pizza di scarole quando sono andata a Napoli in viaggio di lavoro ma il ricordo è ancora nelle mie papille gustative! Buonissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*