Real Alcázar di Siviglia

Real Alcázar di Siviglia

 Real Alcázar di Siviglia (13)

Le mille e una… bellezze dell’Alcázar di Siviglia

Siviglia è una delle città più belle della Spagna. Gli spagnoli spesso la paragonano a una bella donna poiché è elegante, maestosa e splendida. Una delle visite essenziali di Siviglia è certamente il Real Alcázar. Questo complesso di palazzi è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità. Situato sulle rive della città vecchia, vicino al vecchio quartiere ebraico Barrio de Santa Cruz riceve oltre 1 milione di visite anno. Non è solo un luogo di grande importanza storica, ma costituisce anche uno dei più belli e interessanti complessi architettonici del paese, mescolando stili dal moresco al Rinascimento. Siviglia, è stata una delle prime città spagnole fondate dai Romani. Quindi come potrete immaginare, la storia ha lasciato molte tracce, la città è una combinazione di monumenti imponenti e strade strette dove si può passeggiare fino a quando i piedi lo permettono.

l’Alcázar

L’ Alcázar è insieme alla Cattedrale e il suo campanile, la torre della Giralda, uno dei principali simboli della città. La parola Alcázar deriva da una parola araba che si riferisce ad un tipo di castello moresco o fortezza, che troviamo in Spagna e Portogallo. L’Alcázar di Siviglia è uno degli esempi meglio conservati. Il palazzo originale, si chiamava Al-Muwarak, fu costruito da Almohadi nel 12 ° secolo. La dinastia Almohade era composta da berberi musulmani che provenivano dal Marocco. L’ Alcázar di Siviglia è stato modificato e adattato, per ogni successivo sovrano che vi risiedeva.
Il palazzo è inserito in Plaza del Triunfo attraverso la Puerta del Leon o Porta del Leone.Real Alcázar di Siviglia (6)

Il grande cancello, situato in un imponente muro difensivo merlato, è decorato con azulejos (piastrelle di ceramica che mi ricordano molto quelle della riviera Amalfitana) con la raffigurazione di un leone araldico.
Come siamo passati attraverso ingresso del Alcázar, ero incantata dalla bellezza di questa costruzione, arabeggiante dalle pareti a mosaico e i soffitti dorati dotata di un’architettura così diversa da quella europea, l’Alcázar mi ha conquistato a prima vista, entrando sapevo che stavo per visitare un posto meraviglioso.Real Alcázar di Siviglia (5)
Iniziamo il nostro giro: Il cancello conduce al Patio del Leone. Passando attraverso un arco, ci troviamo in un cortile, il Patio de la Montería. Prende il nome dei cacciatori Monteros che in questo punto si incontravano ed aspettavano il re prima di una battuta di caccia.Il patio è delimitato dal Palacio Pedro I, il palazzo originale del re Pedro. La sua facciata è decorata in stile mudejar con finestre ad arco lobate e arcate cieche.Real Alcázar di Siviglia (15)
Una volta dentro si arriva sul  Patio de las Doncellas il cortile principale del palazzo. Questo era il centro della vita pubblica nel palazzo di Pedro I. Dal patio, che prende il nome delle signore Doncellas che trascorrevano qui gran parte del loro tempo, da questo patio è possibile raggiungere diverse sale: la Sala dei Re, la sala di Carlo V e la Sala degli ambasciatori. il Cortile delle Fanciulle è bellissimo. Archi ornati e corridoi ombrosi, immersi in un giardinetto incantato Real Alcázar di Siviglia (12)con al centro una piscina rettangolare, poco profonda che corre lungo tutto il patio e con lo scintillio dell’acqua dona un senso di pace e magia. Dal patio accediamo al Salón de Embajadores, è la più elaborate e maestosa parte del complesso. All’interno del Gotico Palacio, il palazzo gotico costruito per Alfonso il Saggio, l’architettura ha perso il suo sapore moresco in particolare il pavimento ricco di splendidi mosaici e dal soffitto mozzafiato.Real Alcázar di Siviglia (1)

Real Alcázar di Siviglia (2)
Archi finemente decorati con volte a ferro di cavallo danno accesso alla sala che è coperta con una splendida cupola, creata nel 1389 in stile moresco da Diego Ruiz, un famoso artigiano di Siviglia. La cupola dorata è eseguita in legno interlacciato. Appena sotto la cupola vi è un fregio con i ritratti dei re spagnoli. Girate la varie sale ci si trova al Patio de las Muñecas, Patio de las Muñecas2che conduce alle camere da letto e le sale private. La piccola sala è racchiusa da una galleria circondata da colonne di marmo e archi lobati. Il nome del Patio de las Muñecas “Patio delle bambole” Patio de las Muñecasderiva da quattro (direi bizzarre!) piccole teste che decorano gli archi, collocate nei quattro angoli.Proseguendo ci troviamo con uno stile architettonico completamente diverso, dove scorgiamo volte gotiche e la sala è decorata con maestosi arazzi e azulejos, qui ci troviamo nella sala Salones de Carlos V.
Un’altra sala interessante, situata ad ovest del Patio de las Muñecas, è la Sala degli ammiragli “Cuarto del Admirante”. In questa sala i marinai e i navigatori pianificavano i loro viaggi verso le Americhe, qui troviamo una pala situata in quello che era un piccolo altare della cappella nella Casa de la Contratación, la singolarità è che raffigura Cristoforo Colombo in primo piano e il suo collega esploratore Amerigo Vespucci, accanto alla Vergine Maria.IMG_2643

Queste sono le sale più importanti, rilevanti e famose del complesso, ma vi garantisco che girando scorgerete ad ogni sguardo qualcosa che vi affascina e invoglia a continuare il giro.

I Giardini

La visita all’ Alcazar comprende anche l’ingresso ai giardini reali. L’area è suddivisa in tante zone, composte da giardini separati, alcuni dei quali sono a schiera.Real Alcázar di Siviglia (7)
Essi sono disposti così per distanziare i vari stili diversi tra loro, tra cui francese, italiano e arabo. I giardini hanno nomi suggestivi come il Giardino della Danza, il Giardino delle Dame e il Giardino del Principe.Le aree più importanti sono lo stagno Mercurio, con la Galleria del Grottesco, il Giardino di Danza e il piccolo padiglione Carlos V La prima area che incontriamo è il Giardino dello stagno Jardín del Estanque.Jardín del Estanque Qui un grande arco si affaccia su una vasca rettangolare, conosciuto come lo Stagno di Mercurio. Al centro del laghetto è una piccola fontana con una statua di Mercurio, il messaggero degli Dei.
Alle spalle si trova un arco che è collegato ad una galleria “la Galeria del Grutesco “che un tempo era parte del palazzo moresco originale.Dal laghetto si ha una vista su una sezione murata e di gran parte del giardino. A destra dello stagno sono una serie di giardini terrazzati più piccoli, tutti collegati tra loro tramite porte, piccole scalinate e sentieri.Real Alcázar di Siviglia (9)
I giardini sono decorati con fontane, grotte, un labirinto e persino una piccola montagna artificiale. Molto bello è il giardino della Danza che è decorato con panche ricoperte di azulejos. Ci sono anche una serie di padiglioni nei Giardini Reali, come il bellissimo padiglione porticato di Carlo V, che si trova nel Jardin de la Alcoba ovvero il Giardino del Alcove. Proseguendo lungo il percorso ci troviamo prima al Giardino delle Dame e subito dopo il Giardino del Principe. Sono tutti molto belli e curati, un vero paradiso di piante e ombra (essenziale dato il caldo del luogo) un posto dove poterci riposare, avendo girato in lungo e in largo l’Alcázar, contemplando la natura. Non ve li potete proprio perdere.

Le mie impressioni e i miei consigli sull’Alcazar

Il fascino del Real Alcazar’ non è passato inosservato dai turisti, quindi bisogna tenere a mente che in alta stagione (da maggio a settembre), esoprattutto nei giorni festivi o nei giorni del fine settimana, ci possono essere code di più di 1 ora, anche al momento dell’apertura. Per evitare le code al Real Alcázar’ de Sevilla vi consiglio di acquistare i biglietti in anticipo online, presso il sito ufficiale, io non lo sapevo, tuttavia, siamo stati fortunati dato che siamo andati in visita in un giorno infrasettimanale ed essendo il mese di giugno un periodo vicino alla bassa stagione all’apertura non si trovavano molte persone, quando siamo usciti invece la fila era lunga all’ingresso, diciamo che siamo stati fortunati.
Anche se l’Alcázar da fuori non sembra grande lo è, poiché il palazzo ha una forma tentacolare ed è così grande che vi suggerisco di dedicargli almeno una mezza giornata, per poter esplorare e ammirare tutto il sito, ricordate che ci sono anche i bellissimi giardini.
La straordinaria facciata del palazzo, Palacio mudéjar,Palacio mudéjar mi ha molto colpito, è colma di modanature islamiche, colonne mosaici e iscrizioni arabe in blu vivace, la scritta più ricorrente dice “Solo Allah è vittorioso”. Originariamente non fu costruito dai Mori, come si potrebbe pensare, ma dal cristiano re Pedro, ed è il più straordinario esempio di architettura “mudejar” in Spagna, re Pietro era un amante della cultura islamica, quindi ha assoldato i migliori artigiani di Toledo e Granada (all’epoca erano sotto dominazione islamica) per creare il suo palazzo sogno. Tutti i soffitti del palazzo sono mozzafiato e riccamente decorati sono rimasta molto tempo con il naso in su per ammirarli e fotografarli.Real Alcázar di Siviglia (16)
Non ci sono molti arredi o mobili, ma le pareti e soffitti sono così decorati che non ce n’è bisogno, le decorazioni bastano e avanzano. Riservatevi un po’ di tempo per visitare i giardini, qui troviamo aree in stile islamico, all’italiana e torreggianti alberi di palma.
Vedrete anche piscine e fontane, padiglioni e porticati, statue rinascimentali, panchine in cotto rivestite di maioliche finemente decorate e troverete sentieri nascosti. Nei giardini inglesi, alla destra del palazzo, ci sono dei bellissimi pavoni, c’è anche una grotta verde e uno stagno sembra quasi un posto incantato.

Real Alcázar di Siviglia (17)

Tornando indietro non vi perdete i Baños de Maria Padilla, che si trova in uno spazio a volta sotto il palazzo. Queste piscine sono state utilizzate comedelle terme per la balneazione dall’amante di re Pedro, il sito è piccolo ma molto suggestivo, con il soffitto basso, la luce soffusa e bellissimi archi gotici che sormontano delle grandi vasche colme di acqua, diciamo decisamente uno spazio intimo.
L’ Alcazar è ancora usata come residenza reale; Re Juan Carlos si ferma qui quando si trova a Siviglia, mica scemi questi reali! Gli appartamenti, ancora in uso si trovano al primo piano.
Prima di lasciarvi vorrei darvi un consiglio spendete qualche euro in più (circa 10 per due persone) è utilizzate il tour guidato in italiano, troverete un banchetto all’ingresso dove potete pagare e ritirare i vostri dispositivi, che poi lascerete in un contenitore all’uscita, le ho trovate utilissime e facili da usare, poiché poterete così capire a pieno cosa state visitando, basta inserire il numero del posto in cui vi trovate e ascoltare cosa vi dice la registrazione!
L’ Alcázar di Siviglia è sicuramente da visitare e un posto incantevole che mi è davvero piaciuto, un bel esempio dei castelli moreschi dell’Andalusia. Girando in questo posto non si può non vagare con la fantasia e pensare a quanti enigmi nascosti, amori clandestini e intrighi siano passati in queste mura e in questi giardini, storie di sovrani e di eroi lontani nel tempo.Real Alcázar di Siviglia (11)
Insomma avrete intuito che vi consiglio vivamente di visitare questo posto, che mi ha letteralmente conquistato con le sue … ”’mille e una… bellezze”’ !

Real Alcázar: orari, prezzi e informazioni pratiche:
Visita il Alcazar può durare circa due ore.
Orari di apertura:
Aperto dal Lunedi alla Domenica.
Ottobre-Marzo: ore 09.30 alle ore 17.00
Da aprile a settembre: dalle 09.30 alle 19.00 h
Chiusura: 1 e 6 gennaio, il Venerdì Santo e il 25 dicembre.
Prezzi:
Ingresso unico: € 9,50
Anziani e studenti da 17 a 25 anni: 2 €.
Gratuito: disabili, under 16, nati o residenti in città Siviglia

L’ingresso al Real Alcazar è facilmente raggiungibile a piedi dal centro.Si trova a pochi metri dalla Cattedrale. Con i mezzi pubblici:
• Tram: (Metrocenter): New Plaza, T1
• Autobus: linee 5, 21, 22, 23, 25, 26, 30, 31, 33, 34, 53, C3 e C4 hanno fermate nelle vicinanze.

Telefono: 954502324
Siti ufficiali:
www.alcazarsevilla.org
www.patronato-alcazarsevilla.es

Non mi resta che augurarvi un buon viaggio e vi saluto alla mia prossima.

TerePark  

ciao da Teresa…..

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest

Un pensiero su “Real Alcázar di Siviglia

  1. Le tue parole mostrano con chiarezza l’entusiasmo per la visita all’Alcázar.
    Dalle “nostre” parti ci sono piccoli esempi di stile moresco, che già bastano a farmelo piacere, chissà quante ore trascorrerei a Siviglia (con il naso all’insù, come dici tu), altro che mezza giornata.
    Ammetto che ti invidio da matti, quando ci porti in giro per l’Europa, un’altra volta non puoi portare anche me? Mi metto in una valigia, mi faccio piccola piccola… 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.