Chambord

 Chambord

Chambord'

Un castello… reale

Chambord è il più grande castello della valle della Loira.

Nel 1981 è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è situato nel dipartimento Loir-et-Cher, 14 km a nord-est di Blois ed a circa 6 km dalla riva sinistra della Loira .

Fu costruito tra il 1519 ed il 1547 ed ha ospitato numerosi personaggi celebri. E’ in stile rinascimentale ed è costituito da 440 locali, più di 80 scale, 365 camini ed 800 capitelli scolpiti.

Ricordo ancora la sensazione di stupore, alla prima vista del castello, percorrendo la strada che conduce  verso l’ingresso.

Il profilo di  Chambord è la sua caratteristica più straordinaria, un guazzabuglio di forme diverse, con guglie, torrette, timpani scolpiti e cupole.

Si dice che quando Francesco I commissionò la costruzione di Chambord, voleva farlo sembrare come lo skyline di Costantinopoli.

Chambord'7

Con il suo mastio centrale e le torri angolari, la pianta di Chambord ricorda l’impostazione dei castelli medievali, mentre le abbondanti decorazioni in ardesia, sul tufo bianco della Loira, e le equilibrate simmetrie, testimoniano l’influsso del Rinascimento italiano.

Tra gli architetti che misero le mani sul progetto vi furono anche Leonardo da Vinci, che lavorò alla corte di Francesco I, e Domenico da Cortona.

Il castello non è mai stato concepito  come  difesa dai nemici, quindi , le mura, torri e fossato, sono puramente decorative.

Chambord'4

Ai piedi del mastio (la torre principale del castello), c’è la scala a doppia spirale, attribuita al genio di Leonardo da Vinci e formata da due scaloni a vite che non si incrociano, senza mai incontrarsi, attorno a un grande centro vuoto, che permette a due persone di vedersi da una rampa all’altra.

Nell’interno del castello la visita è lunga, perché gli ambienti da vedere sono tanti e si rischia davvero di perdersi nei bellissimi quadri ed arazzi che decorano le varie stanze.

Nei piani più alti, si possono vedere dei manichini con dei bellissimi costumi che rappresentano tutte le opere teatrali che qui venivano messe in scena.

Al secondo piano del castello si trova il museo Caccia e Natura dove è possibile vedere diverse immagini raffiguranti la storia della caccia, ed un lupo imbalsamato, nulla di particolarmente entusiasmante.

Chambord'3

Una volta visitato il secondo piano si procede verso terrazze.

Dalla grande terrazza si gode della vista sul parco ma, soprattutto, si ha un’immagine fiabesca del castello. Mi hanno molto colpito le guglie nere con un tono di blu, che alla luce del sole rendono un’atmosfera particolare.

Una volta arrivati qui si capisce perché 1,5 milioni di persone vengono a visitare questo castello ogni anno!

Il castello è circondato da 13.000 ettari di parco alberato, il parco è attraversato in lungo e in largo da sentieri per lunghe camminate che si possono fare a piedi, in bicicletta o in carrozza.

Chambord'6

La superficie complessiva boscosa è di 5.440 ettari, con un muro di cinta lungo ben 32 chilometri che l’abbraccia interamente, rendendolo il parco forestale chiuso più esteso d’Europa, la maggior parte del quale è però riservata al Presidente francese.

Siamo andati nel parco per un pic-nic, c’era anche un ristorante nel castello ma, stare lì all’ombra di un albero secolare a contatto con una natura incontaminata è stato bellissimo.

Rifocillati e incantati eravamo pronti per una nuova avventura e siamo ripartiti per un nuovo castello.

Per finire cito una frase che ho letto su una guida che, secondo me, rende bene l’idea di Chambord. “Chambord è veramente reale, reale nella sua imponenza, nella sua fastosità, nella sua indifferenza al gusto comune”.

La struttura è ben gestita, ci sono parcheggi,  bagni, negozi; all’ingresso è disponibile un’audioguida in molte lingue (anche l’italiano!).

E’ possibile fare una gita in barca intorno al castello sul piccolo fiume che lo lambisce, su prenotazione prima di entrare.

La visita del castello dura un paio d’ore ma conviene considerare un po’ di tempo in più per una passeggiata nel parco.

Vi saluto e vi lascio alcune informazioni utili:

Sito ufficiale http://chambord.org/it/

Listino prezzi per il pubblico

  • Biglietto intero: 11,00 €
  • Biglietto ridotto: 9,00 € (gruppi di almeno 20 persone).

Tariffe valide fino al 31 dicembre 2015

Giorni d’apertura e orari:

  • dalle 9:00 alle 17:00 tra il 2 gennaio e il 31 marzo e tra il 1° ottobre e il 31 dicembre;
  • dalle 9:00 alle 18:00 tra il 1 aprile e il 30 settembre.

Il parco è aperto al pubblico tutti i giorni

Il castello è aperto tutto l’anno, tranne nei giorni seguenti: 1° gennaio, 4 febbraio e 25 dicembre

Informazioni pratiche:

  • I visitatori possono entrare fino a mezz’ora prima della chiusura del castello.
  • Gli zaini voluminosi sono custoditi gratuitamente all’ingresso.

Spazi accessibili alle persone a mobilità ridotta:

  • I cani per disabili sono accettati all’interno del complesso monumentale
  • Sono previsti parcheggi riservati a: autoveicoli, camper e pullman
  • I vialetti che conducono al castello e alle aree contigue sono evidenziati e segnalati
  • Cortile del castello pavimentato
  • Rampa d’accesso al pianterreno del torrione
  • Al pianterreno: biglietteria, boutique, bar, deposito pietre e sala carrozze

Ingresso gratuito e visita libera per i disabili e gli accompagnatori.

Animali

Gli animali sono ammessi solo all’esterno del castello, se tenuti al guinzaglio.

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest

Un pensiero su “Chambord

  1. I just want to tell you that I am just new to blogging and actually liked this web site. Likely I’m planning to bookmark your blog . You really come with incredible articles and reviews. Thanks a lot for sharing your web-site.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.