Praga

Praga

 Manco da un po’ di tempo, ma ci tenevo a scrivere un articolo su una delle città che mi ha incantato, Mi sono letteralmente innamorata di Praga, non solo per l’architettura che rende Praga una città caratteristica gotica per eccellenza, sembra appena uscita da una favola, tuttavia anche l’aria di mistero che la circonda, si trova nel cuore dell’Europa, Praga è una delle destinazioni più richieste in tutti i periodi dell’anno. Emblema tra città vecchia e città nuova, ricca di antichi palazzi, castelli e cattedrali, percorsa dal fiume Moldava che divide il cosiddetto “Piccolo Quartiere” dal resto della città.

Praga è stata nominata la “città dalle mille guglie”. Mentre osservi il suo skyline noterai splendide vedute di belle chiese   e svettanti torri antiche che si combinano per fare di Praga una delle gemme architettoniche europee.  Scorgiamo raffinati esempi di stili: gotico, barocco, rinascimentale e Art Nouveau, Avendo uno dei centri storici   meglio conservati in tutta Europa, gli stretti vicoli di Praga si aprono su spettacolari piazze, ognuna delle quali ospita belle case antiche e edifici storici da non perdere il famoso Ponte Carlo sul fiume Moldava, lo splendido quartiere ebraico con le sue antiche sinagoghe e le numerose chiese storiche.

C’e’ davvero tanto da vedere io … Vi racconto del giro che abbiamo fatto noi:

Ponte Carlo

Uno dei ponti più riconoscibili d’Europa, il Ponte Carlo Karlův Most, ostenta 32 punti di interesse, lungo i suoi 520 metri di estensione. Costruito nel 1357. Il ponte è famoso per le sue numerose belle statue antiche. Tra le più importanti vi sono quella dell’Imperatore del Sacro Romano Impero Carlo IV e quella di Giovanni Nepomuceno, il santo più venerato del paese, inaugurato nel 1683, una superstizione   implica lo sfregamento della placca alla base della statua per la concessione di un desiderioE bisogna sempre provare … NO?.

Castello di Praga

Nel quartiere Hradčany vediamo il maestoso Castello di Praga Pražský hrad, un tempo dimora dei re della Boemia, oggi la residenza ufficiale del Presidente della Repubblica Ceca e una delle attrazioni turistiche più visitate della città. Inizialmente costruito come fortezza murata intorno al 970 d.C., il castello è mutato radicalmente nel corso degli anni e contiene esempi della maggior parte dei principali stili architettonici del millennio scorso. All’interno delle mura del castello si trovano alcuni dei siti turistici più famosi di Praga: la Cattedrale di San Vito, la Basilica di San Giorgio, la Torre delle Polveri, l’Antico Palazzo Reale e il Vicolo d’Oro.

Il più antico e grande castello del mondo, vasto complesso richiede molto tempo per il tour, tuttavia è tempo ben speso. I punti salienti includono la sala principale dell’Antico Palazzo Reale, la Sala Vladislav, così grande da poter essere usata per tornei di giostra e scale abbastanza larghe da permettere ai cavalieri montati di usarle. Assicuratevi anche di trascorrere del tempo nel giardino reale, risalente al 1534 e sede di una serie di splendidi edifici tra cui il Ball Game Pavilion, la Royal Summer House con la sua fontana cantante e il Lion’s Court.  Di notte le luci del Castello di Praga brillano in una gamma di sfumature.

Cattedrale di San Vito

All’interno del parco del Castello di Praga, la Cattedrale cattolica romana di San Vito Katedrala St. Vita è la chiesa cristiana più grande e importante della Repubblica Ceca. Sede dell’arcivescovo di Praga, è anche sede delle tombe di numerosi santi e di tre re boemi. Fondata sul sito di una rotonda romanica costruita nel 925 d.C., la cattedrale fu iniziata nel 1344 e ci vollero più di 525 anni per completare un mix di moderni stili gotici neogotici e del XIV secolo, insieme a influenze barocche e rinascimentali. I punti salienti includono splendide vetrate raffiguranti la Santissima Trinità, un mosaico del 1370Il Giudizio Universale e la Cappella di San Venceslao Svatovaclavska kaple con il suo spettacolare altare rivestito di gioielli con oltre 1.300 pietre preziose. Inoltre, anche se raramente visualizzati, sono i gioielli della corona ceca in media, vengono esposti solo una volta ogni otto anni non dimenticate di salire sulla torre principale di 97 metri della cattedrale per una splendida vista su Praga. Per sapere di più ho scritto un articolo proprio su questa cattedrale potete leggerla qui

La piazza della città vecchia e l’orologio astronomico

Il centro storico di Praga, Staré Město, è il luogo in cui si trova la splendida Piazza della Città Vecchia Staroměstské náměstí, uno dei posti migliori in cui iniziare ad esplorare la città. Qui troverete la Chiesa di Tyn e il Clementinum, congiuntamente a numerose altre belle chiese antiche e una splendida architettura antica risalente all’11 ° secolo, mentre il quartiere ebraico di Josefov si trova a pochi passi a nord.

 Un punto culminante è il Municipio della Città Vecchia (Staromestská radnice), sede del meraviglioso orologio astronomico del primo quattrocento: ogni ora, prende vita mentre i 12 apostoli e altre figure appaiono e sfilano in processione attraverso il quadrante dell’orologio. Altri punti salienti del Vecchio Municipio sono la porta gotica che porta al suo splendido interno con le sue mostre e mostre d’arte, qui’ vi consiglio di fare una visita nelle segrete davvero interessante.

 Una cappella costruita nel 1381 e una vecchia prigione. Assicurati di fare la salita   fino alla cima della Torre del Municipio Vecchio per le sue belle vedute su Praga. Ogni ora un trombettista suona un inno e le persone che si trovano sotto applaudono, una simpatica usanza da vedere.

Il quartiere ebraico Josefov

Il quartiere ebraico di Praga era originariamente situato nel distretto del castello, ma dal 1200 si era diffuso nell’area di Josefov. La sua trasformazione in uno dei quartieri più importanti e interessanti della città ebbe luogo alla fine del 1800 quando furono demolite ampie sezioni per far posto a palazzi in stile Art Nouveau. Oggi Josefov è una piacevole area per passeggiare e comprende il Museo ebraico di Praga Židovské muzeum v Praze, un’importante attrazione che comprende la sinagoga Maisel, la sinagoga spagnola, la sinagoga Pinkas, l’antico cimitero ebraico, la sala cerimoniale, e la sinagoga di Klaus.

 

La Chiesa di Nostra Signora prima di Týn

Uno degli edifici più riconoscibili di Praga è la Chiesa di Nostra Signora di Týn Kostel Matky Boží před Týnem, abbreviato alla Chiesa di Týn. Inconfondibile per le sue due guglie alte 80 metri che fiancheggiano ciascun lato dell’edificio, l’ingresso principale è attraverso un passaggio stretto oltre le case che ne oscurano la facciata. Sebbene sia stata completata nel XV secolo, la chiesa fu modificata numerose volte nel corso dei secoli, mentre le alleanze della città cambiarono, e mentre i lavori di ristrutturazione interni sono in corso, c’è ancora molto da vedere, tra cui numerose belle tombe, il superbo portale gotico settentrionale con la sua scultura in crocifissione, dipinti altari del primo barocco risalenti al 1649 e uno dei migliori organi a canne del XVII secolo in Europa.

Piazza San Venceslao

Un punto culminante del quartiere della Città Nuova di Praga (Nové Město) – un’area che nasce dall’esigenza della città di espandersi mentre prosperava – è la meravigliosa Piazza Venceslao (Václavské náměstí), sede del Museo Nazionale e di numerosi altri tesori architettonici. Prende il nome dal santo patrono della Boemia.

La casa danzante

La Casa danzante (Tančící dům), la più straordinaria creazione architettonica moderna di Praga, fu costruita tra il 1992 e il 1996 su progetti di Frank Gehry. Costituita da due torri adiacenti, questa splendida struttura presenta curve uniche che ricordano due figure danzanti, un effetto accentuato dal fatto che una delle torri ha la forma di una donna che indossa una gonna

 

I miei Consigli di viaggio

Prima di tutto vorrei suggerirvi di fare una piccola crociera sulla Moldava, si trovano facilmente dei battelli che fanno queste mini crociere (o gite) sulla Moldava. La mini crociera è bella, una piacevole gita sulla Moldava, un modo per vedere la città da un’altra prospettiva, molto suggestiva, e magari sorseggiando una bevanda, acquistata all’immancabile bar di bordo. A un prezzo non eccessivo circa 13 € a testa per 2 ore di crociera più meno, tuttavia è possibile scegliere tour di diverse tipologie, per esempio anche cenando o pranzando a bordo.  Esperienza simpatica da fare, senza troppe aspettative.

Prenotate il trasporto di andata e ritorno dall’aeroporto all’albergo e viceversa da casa, eviterete così di incappare in tassisti improvvisati e costosi, avendo la possibilità di pagare sul posto al momento del trasporto (si paga direttamente all’autista) e non anticipatamente, non si sa mai.

Potete prelevare la valuta locale (corone ceche) in uno degli sportelli bancomat situati all’uscita degli arrivi nell’aeroporto, senza regalare commissioni di cambio alle numerosissime agenzie di cambio, anche se molte attività commerciali accettano gli euro, il cambio non è mai vantaggioso per il turista, quindi preferite pagare con le corone.

Infine trovate a Praga un posto dalla collocazione strategica, vicino al centro e da cui partire per poter girare la città a piedi, senza quindi noleggiare un’auto o comunque utilizzando, se necessario, i mezzi pubblici che, a Praga, abbiamo scoperto funzionano benissimo.

Cosa e dove mangiare

Il piatto tipico tradizionale Ceco è il Veproknedlozelo, una pietanza a base di carne di maiale, crauti e canederli. Il centro e la periferia della città sono pieni di pub e Restaurace, i classici ristoranti che servono pranzi e cene complete.   Troverete anche gli hostinec, piccole osterie. Se invece volete solo uscire per bere dovrete cercare le pivnice e le vinàrna, dove si servono rispettivamente birra e vino

La birra, assolutamente da assaggiare, raramente si trova una birra ceca in Italia un vero peccato, perché sono molto buone e costano poco, basta pensare che la birra Pilsner l’hanno inventata qui, le Krusovice e Kozel, la Urquell, la Gambrinus, la leggera Budvar sono davvero buone, per poi considerare e due birre autoctone di Praga: la Straropramene e la Branik .

 La carne è la vera sovrana della tavola, affumicata, spesso servita come antipasto, è una delle grandi tradizioni della Repubblica Ceca, il prosciutto cotto di Praga, molto dissimile per sapore da quello che noi chiamiamo prosciutto cotto in Italia è molto buono e bisogna provarlo!

Il piatto di carne più diffuso è il maiale il veprove servito arrosto, accompagnato spesso da i crauti o i tipici gnocchi di pasta lievitata knedliky (molto simili a quelli che troviamo nel nord Italia). Nella cucina ceca i contorni di verdura sono rari molto più semplice che vi offrano patate arrosto, bollite o all’insalata. Il pesce non è molto utilizzato, le portate a base di pesce sono la trota, il merluzzo, lo sgombro e la carpa, che trovate sui menù rispettivamente con i nomi di pstruh, treska, makrela e kapr. Però vi suggerisco di cercarle nei ristoranti che si trovano vicino al fiume.

Vi confesso che non sono una fan della cucina Ceca, però sono anche molto curiosa e se vado all’estero mi piace assaggiare e testare in questo viaggio, mi è piaciuto il Smazeny syr, piccole bacchette di formaggio fritto con patatine fritte ricoperte di salsa tartara, o il Syrecky, un piatto sempre a base di formaggio caprino che viene servito con pane e cipolle, se non lo avete ancora capito sono “formaggiofora” :).

 

Dunque a questo punto non mi resta che salutarvi al mio prossimo articolo ciao da Teresa

 

 

 

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.