Skiàthos

Skiàthos

Amo la Grecia e sono stata in diversi posti, tutti diversi tra loro, questa volta sono stata a Skiàthos un’isola è bellissima!  Diversa dalle altre che ho visitato, qui si viene per andare al mare ed il mare è davvero strepitoso, le persone sono accoglienti, si mangia bene e con poco, i lettini e gli ombrelloni hanno lo stesso prezzo in tutta l’Isola, prezzo decisamente basso: due lettini ed un ombrellone per tutto il giorno solo 8 euro!

Diciamo che l’unica delusione, (se possibile) e che non esiste molto altro da fare mare, mare e mare l’sola è davvero piccolissima, eppure la passeggiata serale al porto e un giro per tutto il centro è molto piacevole, mi ero riservata un paio di giorni per escursioni, però in una sola mattina ho fatto il giro panoramico della città (l’unica!) ho visitato due monasteri e il pomeriggio non sapevo cosa fare quindi … mare fino alla sera.

Il mio unico rammarico è che dovrò tornare perché a causa del brutto tempo, vento fortissimo, la mia piccola ed economica crociera per vedere Kastro e Lalaria sono sfumate e purtroppo la mia gamba malandata non mi ha permesso di passeggiare fino al castello via terra! Quindi mi sono persa un pezzo importante del viaggio, non fate il mio stesso errore quando arrivate muovetevi subito per fare la crocierina, ne vale davvero la pena, basta andare al porto vecchio e li ‘troverete sistemazioni e soluzioni per tutti i gusti, e casomai ci fossero problemi di cattivo tempo (sempre ventoso) avrete tutto il tempo di aspettare che si calmi e salpino le barche!

Una situazione quasi esilarante è stata scoprire (solo dopo l’arrivo!) che l’aeroporto di Skiàthos è come spiegarmi… non saprei definirlo… si, decisamente pazzesco,  è collocato in modo piuttosto complicato,  quindi l’aereo deve scendere molto di quota per atterrare, così tanto che ho potuto notare distintamente i dettagli degli occhiali da sole di una bagnante … diciamo fuori dal mio finestrino…!! Ecco forse ho un po’ esagerato ma ho girato un piccolissimo video dalla spiaggia a nord dell’aeroporto guardate anche voi!

 

Skiàthos un’isola del Mar Egeo che, fa parte dell’arcipelago delle Sporadi Settentrionali, è composta da un insieme di isolotti: Tsougria e Tsougriaki, Maragos, Arkos, Troulonisi e Aspronisi, di dimensioni molto discrete ciò nonostante ne fanno parte.

Skiàthos è un’isola meravigliosa, complessivamente alle vicine isole di Skopelos, Alonnisos e Skyros, plasmano il gruppo delle isole Sporadi settentrionali. Skiàthos offre un regolare servizio di traghetti per le altre isole del gruppo, avendo anche un aeroporto internazionale ci sono anche voli giornalieri da e per Europa e Atene tutto l’anno.

Il nome “ Skiàthos ” giunge dalla parola greca “skia” ovvero: ombra ed è stato dato all’isola proprio a ragione delle foreste lussureggianti che “ombreggiano” tutta l’isoletta. Dico isoletta perché riveste un’area di 48 chilometri quadrati, con una costa di circa 30 miglia.

Il clima dell’isola è mite. Il mare circostante è calmo sul lato sud.  

Il lato nord di Skiàthos è esposto al vento, ed è formato da ripide scogliere e coste rocciose come la splendida Lalaria con la famosa “Tripia Petra” che si allunga verso il mare.

Nella parte sud-occidentale invece, la costa molto più lunga e riparata dal vento del nord dalle colline boscose e dalle isole circostanti, questa costa è formata da numerosissime insenature e cale con spiagge meravigliose. Come Koukounaries, con acque blu e verde smeraldo, e una spiaggia dorata dalla sabbia fine alle sue spalle troviamo una laguna con uccelli migratori e una foresta i cui alberi sfiorano le meravigliose acque.  La montagna più alta dell’isola è a 433 m. Sparsi per Skiàthos ci sono 16 isole e isolotti disabitati. Il più famoso è Tsougrias; si trova a brevissima distanza dal porto 15 minuti in barca. È una delle più belle isole disabitate della Grecia, come potete vedere dalla foto!

  

 Da vedere:

La spiaggia di Koukounaries:

Posizione: a 16 chilometri da Skiàthos Città a sud ovest. La spiaggia più famosa di Skiàthos è Koukounaries, che riesce stranamente a accordare la sua popolarità con una vocazione ecologica. Immessa all’interno di un’area naturale protetta, Koukounaries è una spiaggia incontaminata di sabbia fine e molto attrezzata, alle sue spalle la macchia di pini che dà il nome alla spiaggia concede una protezione efficacie dalla calura estiva.  

La spiaggia di Aselinos:

Una delle più belle e incantevoli baie di Skiàthos, si trova lungo la costa settentrionale dell’isola a 13 chilometri dalla città. La spiaggia di Aselinos è una lunga spiaggia di sabbia grossolana e piccoli ciottoli.

Banana Beach:

 È una baia composta da due piccole spiaggette a 12 chilometri a sud ovest da Skiàthos città per me un po’ troppo affollata (ma considerate che sono caratterialmente un’eremita!) tuttavia molto bella e molto ben attrezzata.

La penisola di Mandraki:

 Si trova nella parte nordoccidentale di Skiàthos e custodisce alcune tra le più belle spiagge dell’isola tra cui la spiaggia omonima, conosciuta anche come Xerves, e le spiagge di Elia e Angistros

 

Spiaggia di Troulos:

Si trova lungo la costa sudoccidentale di Skiathos, sabbia dorata fine, attrezzata, nei dintorni Monastero di Kounistra Uscendo dal villaggio di Troulos in direzione di Skiàthos Città dopo 4 chilometri troverete, in una splendida posizione, un piccolo monastero con una cappella molto suggestiva. E’ aperto tutto l’anno dalle 8 alle 20.

La spiaggia di Megali Ammos:

 Appena a 2 chilometri a sud di Skiàthos Città. È una delle più popolari e frequentate dell’isola e si trova appena a sud della Città. Una lunga spiaggia di sabbia dorata, adatta a tutti i tipi di turisti, famiglie con bambini comprese visto che il mare è poco profondo, è ben attrezzata e negli ultimi 500 metri diventa più tranquilla e isolata. 

Spiaggia di Vromolimnos:

 Si trova lungo la costa meridionale dell’isola (centro sud), quasi a metà strada tra la città di Skiàthos e la spiaggia di Koukounaries, nei pressi della località costiera di Kolios.

In barca

L’isola di Tsougria:

Tsougrias si trova a sud di Skiàthos. Credo sia davvero la più bella che ho visitato mi sembrava di essere ai Caraibi! Le sue spiagge di sabbia fine dorata sono incantevoli, tranquille e con un’acqua incredibilmente turchese che degrada dolcemente rendendole adatte a tutti.

 

Spiaggia di Lalaria:

Io purtroppo non ci sono potuta andare, l ’unico modo per raggiungere la spiaggia di Lalaria è la barca si trova lungo la costa nordorientale di Skiàthos. La spiaggia è bellissima e si trova ella zona del castello! è ricoperta da ciottoli di marmo grigio. Vicino Lalaria, c’è il lago Strofilia, adiacente alla spiaggia di Koukounaries, sono entrambi posti unici e meravigliosi. Sempre a Lalaria: ci sono due grotte la grotta Skotini (nera) e la grotta Galazia (blu). Quella nera è molto bassa e stretta, e possono accedervi solo le barche piccole.

Kastro

Il Castello Fortezza medievale di “Kastro” (in greco significa castello). Ci sono escursioni giornaliere in barca dal porto della città Skiàthos: Si può raggiungere soltanto a piedi percorrendo un ripido sentiero che richiede ben due ore di cammino; se pensate di non farcela potete andarci in jeep la passeggiata richiede circa 30 min. dall’ultimo parcheggio, con un po’ di dislivello e su un sentiero sassoso un po’ostico ma plausibile oppure potrete ammirare il borgo dal basso durante un’escursione in barca attorno all’isola. All’estremità settentrionale dell’isola si trova una gigantesca roccia alta cento braccia e due lunghe sbarramenti sporgenti dalla scogliera.

 

Monastero di Panagia Evangelistria:

 Un importante edificio religioso è il monastero di Panagia Iconistria, a circa 2 km dalla spiaggia di Aselinos. Per gli abitanti dell’isola ha un profondo significato religioso perché visse il monaco Dionisio, una figura emblematica della chiesa greco-ortodossa, Il Monastero di Evagelistria, dedicato all’Annunciazione, ospita anche un bel museo con manoscritti rari; produce molti preziosi prodotti naturali, poiché la flora di Skiàthos comprende oltre 750 specie di piante, con erbe profumate come menta, origano e salvia, il monastero quindi produce con metodi antichi prodotti come: il miele, il sapone naturale e prodotti a base vegetale davvero notevoli, anche il famoso “vino Alypiakos” che, secondo la tradizione, allontana il dolore.

Monastero dell’Assunzione della Vergine Maria:

Panagia Kounistra: sul lato occidentale dell’isola, la leggenda narra che un monaco vide un’immagine della Vergine Maria pendere da un albero, ed a questo deve il suo nome, ‘kounistra’ (oscillante). Vi ricordo che per accedere al monastero è richiesto un abbigliamento consono, gonne lunghe (o pantaloni lunghi) per le donne e pantaloni lunghi per gli uomini.

 

Agios Nikolaos Church and Clock Tower:

Città di Skiàthos, Passando dal centro città, tra i suoi meravigliosi e coloratissimi vicoli, troverete le indicazioni per la chiesa e la torre dell’orologio, che vi condurranno sul promontorio di Skiathos e su un’ampia terrazza con una vista meravigliosa.

 

Città Vecchia Medievale:

Sul lato orientale, si trova l’unica città dell’isola, chiamata anche Skiàthos. Il suo pittoresco porto è intersecato da una penisola, il Bourtzi, che accoglie il museo marittimo, il centro congressi e il teatro all’aperto. Strade strette e acciottolate costeggiate da cortili fioriti di basilico e buganvillee affascinano il visitatore e lo rimandano indietro nel tempo.  Se volete trascorrere una serata passeggiando per l’isola, visitate la Vecchia Citta, con i suoi incantevoli vicoli. Avrete l’occasione di ammirare alcune dimore tradizionali ancora in piedi, con la tipica architettura che fonde gli elementi isolani con quelli dei villaggi sul Monte Pelio.

 Insomma, a questo punto avrete capito che vi consiglio vivamente di visitare questo “piccolo” (in tutti i sensi 😉 ! ) paradiso! ovviamente per qualsiasi domana contattami saró a disposizione… E per ora vi saluto al prossimo articolo ciao da Teresa

 

.

 

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*